L’Avvento è sinonimo di vin brulé! Ma per bersene una bella tazza, non si deve necessariamente correre al mercatino di Natale più vicino, perché può essere preparato a casa in pochissimo tempo.

La ricetta del vin brulé più antica della Germania si dice sia stata creata già nel 1834. Da allora, la composizione della popolare bevanda invernale non è praticamente cambiata: vino, spezie e un dolcificante formano la base.

Per il vin brulé si può utilizzare sia vino rosso che bianco. Quanto più a lungo si lasciano le spezie in infusione, tanto più intenso sarà il sapore: si consigliano almeno 2 ore. L’uvetta, qui proposta, conferisce alla bevanda dell’Avvento ulteriore dolcezza e ricchezza d’aroma.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 arance biologiche ben lavate
  • 2 bottiglie di vino rosso, ad esempio Casa Giona Ripasso, Merlot, Shiraz/Siray o Zweigelt
  • 50 g di uva sultanina
  • 2 confezioni di zucchero vanigliato
  • 2 stecche di cannella, eventualmente un po’ di più per guarnire
  • 7 chiodi di garofano
  • 60 - 80 g di zucchero
  • anice stellato intero, facoltativo, per guarnire

Preparazione

  1. Spremere 2 arance e tagliare le altre 2 a fette, lasciando la buccia.
  2. Mettere il succo d’arancia e 1 delle arance tagliate a fette con tutti gli ingredienti rimanenti in una casseruola grande. (La seconda arancia ci servirà alla fine come guarnizione).
  3. Riscaldare il tutto, ma non portarlo a ebollizione! Lasciare in infusione per almeno 2 ore con il coperchio chiuso e a fuoco basso.
  4. Scolare attraverso un colino e versare nei bicchieri. Guarnire con le fette d’arancia rimaste e, se lo si desidera, con stecche di cannella e anice stellato. Servire caldo.

Preparazione, durata circa 2 ore

Vino consigliato

Casa Giona Ripasso della Valpolicella DOC Superiore

Rosso rubino intenso. Aromi di ciliegie e frutti di bosco. Palato pieno con tannini presenti e rotondi. Finale persistente.

Visualizzare nello Shop Vini